Introduzione
 

Questa guida on-line è un aiuto per tutti coloro che, navigando in Internet, cercano quali strumenti usare per trovare i siti sul commercio elettronico ed averne maggiori informazioni.

Gli strumenti di consultazione del web sono i motori di ricerca, siti specializzati indispensabili per navigare nella Rete e reperire informazioni nel mare disorganizzato di Internet.

Per facilitare la navigazione abbiamo messo a vostra disposizione un elenco dei cataloghi e dei motori di ricerca più comunemente utilizzati in Internet.

Il loro utilizzo è gratuito.

I motori di ricerca sono in grado di fornire gli indirizzi desiderati. Le ricerche sulla base dati vengono fatte per parola chiave: il motore, quando gli viene richiesto di cercare "commercio elettronico" restituisce gli indirizzi di tutti i documenti nel cui testo è presente la parola "commercio elettronico". Dopo l’elaborazione dei dati, il motore di ricerca proporrà ordinatamente un elenco di siti che soddisfano la richiesta, permettendo una connessione immediata con le pagine proposte.

Utilizzando i motori di ricerca basati su cataloghi, in cui sono raggruppati per famiglie, in modo gerarchico, i riferimenti a documenti che possono essere di interesse, le ricerche si effettuano con un approccio ad albero in cui, partendo da categorie generali, si specifica via via la categoria di interesse fino ad arrivare per passi successivi all’elenco dei documenti pertinenti con la categoria specifica di interesse.

Gli elenchi dei siti sono ovviamente scritti in HTML, per cui è possibile collegarsi direttamente con il server indicato, facendo clic sul link che lo rappresenta.

Il successo della ricerca dipende fortemente dalle parole chiave usate; se uno prova ad usare, ad esempio, "windows" si vedrà restituire un elenco di qualche milione di documenti. Non è detto che all’interno non ci sia ciò che serve ma occorrerà molto tempo per esaminare il risultato della ricerca.

I contenuti delle pagine Web sono in genere "indicizzati": tutto il testo contenuto nella pagina web viene esaminato dal motore di ricerca e le singole parole vengono inserite in una sorta di enorme indice analitico che rimanda a tutte le pagine Web che le contengono.

I numerosi motori di ricerca esistenti in Internet hanno un funzionamento simile: in una casella che appare a video vanno digitate le parole chiave della nostra ricerca.

I motori sono in grado di interpretare un linguaggio di interrogazione (query language) che utilizza i cosiddetti operatori booleani.

Gli operatori di base sono tre:

  • AND
    per trovare documenti che contengono tutte le parole congiunte da AND;
    es.: commercio AND elettronico: trova tutti i documenti che contengono le parole commercio elettronico.
  • OR
    per trovare documenti che contengono almeno una delle parole congiunte da OR;
    es.: commercio OR elettronico: trova tutti i documenti che contengono la parola commercio o la parola elettronico.
  • AND NOT
    per trovare documenti che non contengono la parola messa dopo AND NOT;
    es.: commercio AND NOT elettronico trova tutti i documenti che contengono la parola commercio ma non la parola elettronico.
  • Per ricerche più sofisticate è poi possibile combinare gli operatori usando le parentesi ( ).
    Ad es. commercio AND (commercio OR elettronico) AND NOT virtuale trova tutti i documenti che contengono la parola commercio, contemporaneamente le parole elettronico, ma non la parola virtuale.

Servendosi di questi operatori, normalmente raggiungibili attraverso l'opzione Advanced Query, è possibile con un po' di pratica, impostare ricerche molto sofisticate, in cui sia descritto con precisione l'argomento a cui si è interessati.

Gli elenchi dei siti ottenuti in risposta alle interrogazioni sono spesso molto lunghi: vengono quindi spezzati, nell’invio all’utente, in sottoelenchi.